Release Radar aprile

419 giorni senza musica. Il 17 aprile più di 1.500 lavoratori del mondo dello spettacolo del movimento Bauli in piazza hanno manifestato a Roma. Al centro della protesta il numero “419”, quello dei giorni trascorsi dal 9 marzo 2020 al 17 aprile 2021, durante i quali molte attività culturali e gli eventi sono rimasti fermi a causa delle restrizioni per la pandemia.

È morto il rapper DMX. L’artista era stato ricoverato a New York, dopo che il 2 aprile aveva avuto un infarto, causato probabilmente da un’overdose. Aveva 50 anni. Ciao grande.

Aprile mese ricco di uscite. Eccone alcune secondo il nostro sindacabile giudizio!

Sono tornati i Sottotono dopo 20 anni di assenza. Noi fan di Big Fish e Tormento non ci credevamo più. Ormai ascoltavamo nostalgicamente le vecchie hit del passato e seguivamo distrattamente le carriere parallele dei nostri beniamini. Invece, in questa pandemia BAM! esce Mastroianni, un pezzo hip hop old style che dimostra quanto siano sempre sul pezzo e avanti. La canzone anticipa l’album Originali. E giustamente adesso ve la sentite tutta.

Il 21 aprile è uscito il nuovo singolo della rapper britannica Little Simz dal titolo Introvert. Il brano è il primo estratto dal suo quarto album, Sometimes I might be introvert, in arrivo il 3 settembre. Il brano è autobiografico con diversi riferimenti politici alla crisi del Regno Unito e alle tensioni tra la comunità nera e le forze dell’ordine. Se vi piace il genere vi consiglio di ascoltarla perché è molto brava e interessante oltre che una performer live notevole. Doveva passare da Lucca al Summer Festival come opening act di Anderson.Paak in un concerto che aspettavo con gloria. Intanto un assaggio con il consiglio di approfondirla perchè non ve ne pentirete.

I Chemical Brothers hanno pubblicato un nuovo singolo che hanno definito ottimista. La canzone s’intitola The darkness that you fear e mi sta convincendo piano piano, dopo vari ascolti.

E’ uscito pure Frah Quintale con le sue solite canzoncine rassicuranti e qua potete ascoltare Si può darsi. Insieme a lui è tornato anche Motta, che ha molto seguito ed è molto apprezzato (purtroppo non da me). La canzone E poi finisco per amarti è tutta sua stile.

Trent Reznor, leader dei Nine Inch Nails, insieme ad Atticus Ross e Jon Batiste ha vinto il suo secondo Oscar per la colonna sonora del film d’animazione Soul, mentre nella categoria miglior canzone originale ha vinto Fight for you di H.E.R., scritta per il film di Shaka King Judas and the black messiah.

Il 14 maggio uscirà il nuovo disco dei Black Keys intitolato Delta Kream. Si tratta di una raccolta di cover di vecchie canzoni blues che hanno influenzato la band. Il primo singolo estratto è Crawling Kingsnake, un pezzo reso famoso da John Lee Hooker. Vediamo cosa ci propongono stavolta!

THE BLACK KEYS FOR ROLLING STONE THE MIX

Gli Arcade Fire hanno pubblicato un brano ambient di 45 minuti intitolato Memories of the age of anxiety. La musica è disponibile su Headspace, un’app per la meditazione e il sonno, e secondo la band aiuta l’ascoltatore a restare calmo e concentrato. Non ho avuto modo di ascoltarlo ma immagino sia molto interessante questo piccolo trip.

I Darkside sono un gruppo formato dal meraviglioso compositore Nicolás Jaar e dal polistrumentista americano Dave Harrington. Pubblicheranno un nuovo album (uscita prevista il 23 luglio) dal titolo Spiral . Manca ancora qualche mese ma nel frattempo possiamo ascoltare The limit, il primo singolo estratto.

Sono tornati i Brockhampton con un nuovo album (Roadrunner: new light, new machine) uscito il 9 aprile. L’album contiene anche il singolo Buzzcut registrato insieme a Danny Brown. I Brockhampton sono un collettivo hip hop statunitense composta da più di dieci persone di cui fanno parte rapper, cantanti, grafici, manager, produttori. Negli Stati Uniti sono molto famosi da tempo e hanno alle spalle già cinque album. Si sono formati in Texas, ma vengono da diversi luoghi degli Stati Uniti e del mondo. Questa diversità dei componenti viene fuori in modo evidente nella musica, nei videoclip e nelle strategie comunicative, ed è il loro punto di forza. A me piacciono molto.

Il musicista elettronico Floating Points insieme al jazzista Pharoah Sanders e la London Symphony Orchestra hanno registrato l’album Promises. E’ un disco molto particolare che probabilmente necessita di un ascolto da orecchie più fini delle mie per essere apprezzato; lo consiglio comunque a chi cerca atmosfere molto particolari.

E’ uscito l’album di Achille Lauro (Lauro, appunto) la mia guilty pleasure del mese. E’ tutto uguale ma ci sono delle canzoni che mi sono entrate in testa e non ci sono più uscite. Non considero Lauro un innovatore di immagine, alla fine fa cose fatte e rifatte da altri in passato. Non canta bene ed è più un perfomer che un musicista ma questa uscita mi ha affascinata.

Dopo nove anni tornano gli Offspring con Let The Bad Times roll. Leggende della scena punk rock della California, gli Offspring hanno venduto più di 40 milioni di dischi in tutto il mondo, vinto innumerevoli premi, e si sono esibiti senza in più di 500 show nel solo ultimo decennio. Ecco uno dei singoli estratti:

Non conoscevo Whitemary, cantante romana che mischia elettronica, techno e testi in italiano. Il suo singolo Credo che tra un po’ è molto interessante e anticipa l’uscita del suo album. Una nuova scoperta che speriamo non cada nel solito clichè di moda ora.

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.